sabato 23 maggio 2009

La sublagunare

Ultima puntata della stagione di Venezia in Campo. Forse un giorno torneremo. Oggi parliamo di sublagunare, un tram che presto collegherà Venezia al centro storico veneziano. Ma i veneziani sono d'accordo? Ne parlano il presidente di Venezia Civiltà Anfibia Nell'-Elena Vanzan Marchini, Cristiano Gasparetto di Italia Nostra e Valter Vanni, responsabile infrastrutture del Partito Democratico nel Veneto. Prima però facciamo una bella passeggiata con la scrittrice Espedita Grandesso alla scoperta delle parti nascoste della Strada Nuova. Buona visione!

P.S. Da oggi le puntate sono in alta definizione!

4 commenti:

trafficofficer ha detto...

Assolutamente, la sublagunare non si deve fare. Non si deve rovinare Venezia. A prescindere che il preventivo é di 478 milioni di euro che dovremmo pagare noi veneziani ma non si rovina una ciyyà come Venezia. Gli stessi collegamenti si possono fare con gli hovercraft.

trafficofficer ha detto...

Assolutamente, la sublagunare non si deve fare. Non si deve rovinare Venezia. A prescindere che il preventivo é di 478 milioni di euro che dovremmo pagare noi veneziani ma non si rovina una città come Venezia. Gli stessi collegamenti si possono fare con gli hovercraft.

chi12o ha detto...

scusa... ma non pensi che l ecosistema lagunare si rovini di più facendo scorrazzare degli hovercraft (aggiungerei anche pericolosi per altre attività tipo vela, canottaggio,..)??
Meglio una "metropolitana" subacquea che in superficie non si veda, veloce e che non teme alcun tipo di intemperia. Secondo te degli hovercraft potranno mai fare quello che può fare una metropolitana? anche in termini di portata?!?

Aracno ha detto...

La sublagunare non serve (se non ai soliti speculatori di cui venezia e piena)! Io abito in centro storico e lavoro in terraferma. Basterebbe che facessero arrivare quanto prima il tram a Piazzale Roma.